Micro Impresa Femminile

Il progetto è attualmente realizzato nel solo distretto di Jumla, mentre nei due distretti di Upper Dhading e Syanjya il programma quinquennale di micro-impresa femminile si è concluso rispettivamente nel Maggio e nell’Aprile 2015.

Le modalità e l’approccio utilizzati sono sempre i medesimi, mentre le attività di micro-impresa cambiano in base al contesto ed alle effettive potenzialità del luogo interessato dall’intervento.

1) Fase preparatoria: In questa fase vengono creati gruppi informali di donne (con numero variabile di membri da un minimo di 15 ad un massimo di 25). I gruppi hanno scopi solidaristici, di assistenza e sostegno reciproco, sia a livello socio-assistenziale che economico

2) Fase assistenziale-emergenziale: I gruppi informali creati nella fase precedente hanno il potere di segnalare ad Apeiron casi di violenza e discriminazione particolarmente gravi che, come tali, non possono essere risolti direttamente sul posto. In questi casi le donne verranno inserite nella struttura di accoglienza CASANepal, che Apeiron gestisce a Kathmandu. Questa fase è trasversale all’intera durata del progetto

3) Fase formativa: I gruppi informali selezionano, facilitati dallo staff del progetto, le beneficiarie che seguiranno percorsi formativi volti alla creazione di competenze professionali specifiche e all’insegnamento di rudimenti gestionali utili all’esercizio delle attività generatrici di reddito previste

4) Fase di start-up di impresa: Una volta acquisite le conoscenze e le capacità imprenditoriali di base, viene facilitato l’avvio di attività di micro-impresa nei settori già individuati nella fase precedente

5) Fase di creazione di fondi restituzione rotativi: le beneficiarie restituiscono il 25% del valore del sostegno materiale ricevuto in denaro o in natura. Queste restituzioni diventano di proprietà del gruppo che utilizza il capitale così ottenuto sia per prestare denaro ai propri membri, sia per aggiungere nuove beneficiarie al gruppo

6) Fase di sensibilizzazione in violenza e discriminazione di genere: grazie a questa attività, le beneficiarie e i loro famigliari partecipano a corsi di sensibilizzazione per imparare a riconoscere violenze e discriminazioni basate sul genere ed evitare il loro ripetersi

7) Fase conclusiva: obiettivo di questa fase è verificare in dettaglio i risultati raggiunti durante il progetto e compararli con quelli attesi. Gli stessi vengono poi condivisi con le beneficiarie del progetto e con i vari stakeholders interessati dall’intervento

8) Fase di monitoraggio e valutazione: durante questa fase, trasversale a tutto il periodo del progetto, Apeiron verifica meticolosamente e con strumenti ad hoc l’andamento delle attività e valuta l’impatto che il progetto è stato in grado di produrre

Per quanto concerne le differenze tra i singoli progetti va detto che:

a) nel distretto di Jumla lavoriamo attualmente con 150 donne nel settore della coltivazione dei fagioli a fini commerciali e portiamo avanti un’opera di monitoraggio e tutoraggio a favore delle oltre 1000 beneficiarie che hanno intrapreso attività commerciali nel settore della coltivazione delle patate

b) nel distretto di Syanjya abbiamo lavorato per 5 anni con 900 donne nel settore della coltivazione di verdure in serra, allevamento di maiali e capre

c) nel distretto di Upper Dhading abbiamo lavorato con 450 famiglie nel settore della coltivazione delle patate ed in quello dell’allevamento di pecore

donation